Supporto mentale per dimagramento

"

Piccoli miglioramenti apportano grandi cambiamenti

Molto spesso la persone cercano di raggiungere degli obiettivi prefissati a realizzare grandi cose e in poco tempo, della serie tutto e subito. Credo che un aspetto da tenere in forte considerazione, ma che attualmnte si sottovaluta, sia l’effetto che può avere nel tempo anche un piccolo cambiamento. Parlo di questo non perchè sia sbagliato cercare di realizzare grandi imprese, ma perchè in questi casi le difficoltà sono notevoli e arrivano facilmente a scoraggiare le persone. Un esempio classico e lampante è la persona che vuole dimagrire. Nella sua mente si pone l'obiettivo di perdere troppo peso in troppo poco tempo. Il risultato è che l’impresa diventa difficilissima: la dieta sarà punitiva, iper attività in palestra, stanchezza, fame, ecc. Il mal capitato ci mollerà dopo 20 gg di super sacrifici.
Se voglio cercare di ottenere un grande risultato, e non ho necessità di raggiungerlo immediatamente, mi può bastare cambiare anche solo una piccola cosa, e mantenermi coerente a quel cambiamento.
Un piccolo cambiamento nelle tue abitudini di pensiero o comportamento potrebbero portarti a risultati eclatanti nell’arco di qualche mese.

Il nostro corpo fisico è il risultato non solo di un’espressione genetica ma anche di un’espressione mentale, cioè rispecchia l’immagine mentale che noi abbiamo di noi stessi. Partendo da questo punto di vista si può prendere in considerazione l’idea che i nostri pensieri influenzino non solo il nostro stato mentale ma anche quello fisico e non solo. Cercando di rimanere in un campo ristretto come quello di favorire un dimagrimento, è bene tenere presente alcune regole:


1) Stabilire quanti chili si vogliono perdere cercando di dare ascolto al nostro sentire personale al riguardo: se sono convinta di non riuscire a perdere più di 5 kg sarà inutile prefissarsi uno obiettivo in cui i kg da perdere sono più di 5.

2) Stabilire in quanto tempo si vogliono perdere cercando di dare ascolto al nostro sentire personale al riguardo: se ho la convinzione che per perdere 5kg ci impiegherò 5 mesi sarà inutile prefissarsi un obiettivo in cui perderò peso in meno tempo.

3) Stabilire nella mente l’immagine di come saremo una volta che il peso in eccesso sarà eliminato e cominciare da subito a sentirci GIA’ NEL PESO DESIDERATO: la nostra immagine attuale è solo ciò che ci stiamo lasciando alle spalle in quanto la decisione di dimagrire influenza  da subito  il nostro organismo a predisporsi per perdere peso.

4) Ricordare quando già in passato abbiamo iniziato una dieta ed abbiamo ottenuto risultati soddisfacenti : se lo abbiamo fatto una volta, lo possiamo rifare.

5) Nel caso non fossimo MAI riusciti a seguire una dieta in modo soddisfacente sarà utile dirsi che questa sarà la volta buona, in quanto ormai sappiamo tutto o quasi su cosa NON dobbiamo ripetere se vogliamo dimagrire.

6) Acquistare riviste che incoraggiano una adeguata alimentazione o affidarsi ad un dietologo di cui abbiamo una buona opinione.

7) Ricordare che appartenere  alla categoria di chi dimagrisce o a quella di chi non dimagrisce è solo una questione di scelta personale.

8) Ripetersi più volte al giorno ( come un Mantra) “ Dimagrisco ogni giorno di più”, in quanto la ripetizione nel tempo favorisce la nascita di una nuova convinzione e la nuova convinzione quando avrà attecchito nella mente favorirà il processo di dimagrimento.

9) Portare l’attenzione solo su persone  con un corpo armonioso per favorire l’immagine mentale di come vogliamo diventare.

10) Allontanare il proprio dialogo interiore del tipo “Non ho più 20 anni e oggi per me dimagrire è più difficile di allora. L’idea di iniziare una dieta mi deprime perché mi devo privare di cose che anche se mi fanno ingrassare mi piacciono. Tanto lo so che dopo riacquisterò di nuovo i kg che con tanto sacrificio ho perso..Alcune persone che conosco hanno sempre riacquistato i kg perduti” e sostituirlo con uno del tipo “Sarà divertente per me tornare ad avere un corpo più armonioso anche se non ho più 20 anni..in fondo ci sono molte persone della mia età che sono riuscite a ottenere degli ottimi risultati, quindi se lo hanno fatto loro lo posso fare anche io. So che ogni movimento che faccio da quando mi alzo al mattino brucia il grasso in eccesso e mi basterà fare una passeggiata in più ed un’alimentazione più sana per contribuire senza troppi sforzi a dimagrire. Mettersi a dieta non equivale a privarsi di un piacere ma al contrario favorisce il piacere di mangiare cibi meno grassi e dannosi per l’organismo. Posso mangiare molte cose anche se condite in modo diverso e sarà per me una scoperta assaporare cibi con sapori meno contraffatti da condimenti. Sarà una nuova esperienza anche cucinare in modo diverso e renderà la solita routine molto più piacevole. Si, mi divertirò a mettermi alla prova e anzi già riesco ad assaporare il piacere di vedermi nel mio peso  ideale. Potrò indossare nuovamente quel pantalone che tanto mi dona o quella gonna che da tempo non metto più..anzi mi divertirò ad uscire per acquistare capi di una o due taglie in meno rispetto ad ora! E poi ho davanti a me la stagione ideale per cominciare una dieta e so che se anche qualche volta cederò alla tentazione di mangiare qualcosa di poco dietetico questo non sarà un dramma, ma anzi sarà un premio che mi concederò di tanto in tanto…”


Di ogni punto qui sopra elencato si può fare un approfondimento più mirato  in quanto questo lavoro, qui solo accennato, se approfondito servirà a far cambiare molte convinzioni che ci limitano dentro una sfera di immagine che deve essere cambiata a livello mentale prima, sostituendola con un nuovo modo di pensare riguardo a noi stessi e a ciò che ci accingiamo ad intraprendere per ottenere risultati certi, duraturi e senza troppi sacrifici.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn