AURA: il suo ruolo nel benessere psico/fisico e in che modo il Reiki e la Shaktypat influiscono su di essa (prima parte)

 

Un argomento che ritengo fondamentale e che ho suddiviso in due parti per una più completa comprensione, riguarda l'Aura e il suo ruolo determinante per il nostro benessere psico/fisico. Attraverso una descrizione approfondita ed un video che rende bene l'idea di come si può influire positivamente su di essa anche attraverso i trattamenti energetici  Reiki o Shaktypat (nonostante la loro diversità culturale, spirituale e pratica), racchiusi in questa prima parte, inizieremo teoricamente a comprendere cos'è e come rafforzarla.

Nella seconda parte approfondiremo i Campi Energetici o anche detti Corpi Sottili e in che modo influiscono su di noi. Questi sono:

- CORPO ETERICO (Aura Eterica)

- CORPO EMOTIVO (Aura Emotiva)

- CORPO MENTALE (Aura Mentale)

- CORPO ASTRALE (Aura Astrale)

- L’AURA ETERICA MATRICE

- L’AURA CELESTIALE

- L’AURA CAUSALE

Per Aura si può intendere una emanazione di energia del nostro spirito che ci compenetra e ci circonda, definendo lo stato individuale di coscienza. In base al colore ed alla densità dell’Aura, che dipendono dall'attività dei Chakra, otteniamo le informazioni sulla qualità della coscienza, delle emozioni, pensieri e vitalità umana. L'Aura non è solo un'estensione del nostro corpo fisico, ma essendo il risultato della propria vibrazione personale, essa risulta unica esattamente come le impronte digitali.

E' anche il riflesso dei pensieri e degli atteggiamenti di una persona e ne riflette anche le eventuali disarmonie e comportamenti errati, i quali possono dare luogo a patologie tendenti a trasferirsi progressivamente dal piano più sottile, attraverso i vari corpi intermedi che vedremo di seguito, fino a quello materiale. Nelle epoche pre-moderne, il legame tra psiche e malattia era già noto li dove il medico ricopriva anche il ruolo di sacerdote. Quando tra l'anima, intesa come la forma o il modello che la personalità è chiamata a realizzare e la psiche regna la disarmonia, quest'ultima si esprime come una frattura del campo sottile che può andare da un semplice assottigliamento a una sorta di buco dell'aura come potete vedere nella foto iniziale, da cui si determinano fuoriuscite di energia che vengono generalmente vissute come spossatezza e svuotamento

E' stato visto, grazie all'effetto Kirlian, che l'Aura esiste anche intorno alle piante, animali, cristalli. Vediamo in cosa consiste l'effetto Kirlian attraverso alcune informazioni prese dal web al riguardo:

L’effetto Kirlian è un particolare effetto ottico fotografico caratterizzato dalla presenza di un alone luminoso attorno a un oggetto osservato e/o fotografato, ottenuto applicando una tensione elettrica di valore elevato (dell’ordine dei chilovolt) all’oggetto stesso, quindi impressionato su di una pellicola fotografica; in fisica questo fenomeno viene comunemente attribuito ed associato al noto effetto corona e cioè la ionizzazione dei gas in caso di un elevato campo elettrico, che genera a sua volta delle visibili sfumature colorate e luminose attorno all’oggetto osservato.

 

Tale effetto fu scoperto nel 1939 dal russo Semyon Davidovich Kirlian, un riparatore di macchine fotografiche di apparecchiature elettriche presso l’ospedale della città. Pare che, durante la riparazione di un generatore ad alta tensione fu investito da una scarica elettrica ad alta tensione elettrica (alternata ad alta frequenza, ma di bassa intensità, circa 0.1 A, quindi non dannoso), sufficiente a dare luogo a dei piccoli aloni luminosi che brillavano dalle sue dita e dagli elettrodi stessi del generatore.
Esperto e appassionato degli studi del suo predecessore Nikola Tesla sull’alta tensione elettrica, per indagare ulteriormente sul fenomeno decise di eseguire esperimenti fotografici in merito.
Dapprima su delle monete, poi sulla sua mano, che egli interposte sotto un elevato campo elettrico di minimo 6000 Volt e 0.1 Ampere, utilizzando delle allora antiquate lastre fotografiche in vetro, opportunamente oscurate di carta nera e su un tavolo di legno come isolante, quindi ancora isolato elettricamente dal terreno attraverso una seconda base in legno. Nella foto, la mano apparve con degli aloni colorati sulle punte delle dita, che egli stesso attribuì all’aura vitale.

 

Kirlian coinvolse anche sua moglie, Valentina Khrisanovna Kirliana, nei successivi studi e nelle ricerche. I due coniugi continuarono a fotografare parti di esseri viventi, sia animali che vegetali, morti o vivi, sempre attraverso un apparecchio fotografico sotto elevato campo elettrico da lui stesso costruito, e sempre più perfezionato, chiamato successivamente Camera Kirlian (alcune volte anche Kirliangrafia) e ottenendo lo stesso risultato positivo.

 *****************************************************************************

Qualora  in un individuo l'Aura risultasse compromessa, e fortunatamente questo non dia ancora luogo  alla manifestazione di sintomi fisici gravi, sarà opportuno ricorrere innanzi tutto ad una  presa di coscienza delle problematiche scatenanti, ed inseguito optare per alcuni rimedi efficaci nel campo della medicina alternativa. Tra i più antichi rimedi, vi sono le terapie energetiche come l'Agopuntura o la Cromoterapia della medicina tradizionale cinese. A livello eterico agisce anche l'Omeopatia. Rimedi che agiscono invece al livello astrale o emozionale sono i Fiori di Bach, i Fiori Australiani i quali apportando una specifica energia ad alta frequenza, inondano l'Aura di vibrazioni armoniche in grado di riequilibrarne le eventuali disarmonie. Anche la Cromoterapia e lo Yoga, influiscono in maniera positiva sull’Aura.

Quello che personalmente prediligo come strumento per risanare l'Aura è senza dubbio un percorso strutturato attraverso il quale si prenderà coscienza di quali siano le problematiche originarie a livello psichico ed emozionale, attraverso la risoluzione di conflitti interiori tramite la PNL e l'Ipnosi; spirituale attraverso un percorso che tende alla comprensione della parte animica/spirituale e del suo ruolo nella nostra vita. Inserisco all'interno di questo percorso anche i trattamenti Reiki e Shaktypat  non solo in qualità di pratica esterna svolta sulla persona e fine a se stessa, ma mirato anche alla comprensione del significato che vi è racchiuso e che comporta la presa di coscienza dei nostri vari corpi sottili e dell'importante ruolo che giocano i Chakra. Ritenendo molto efficace anche  la Meditazione, uso tutta una serie di tecniche meditative mirate  che svolgono il ruolo di aiutare la persona a mettersi in contatto con ciascuno di questi vari corpi sottili.

Tutto questo però non è da considerarsi come l'unico rimedio miracoloso che guarisce la persona da tutti i mali e chi ormai mi segue da tempo, sa perfettamente che in casi dove ormai la malattia si è manifestata come patologia fisica, va trattata principalmente dai medici che consiglieranno la terapia adatta a curare il sintomo e che tutto questo è da considerarsi NON in sostituzione o alternativa alle cure mediche, ma bensì come percorso complementare che aiuterà in questo modo la persona ad eliminare le "cause"  e a prendersi cura di se stessa in modo veramente completo.

 

{youtube}https://www.youtube.com/watch?v=LCFVXWYCMa4{/youtube}

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn