La Legge di Attrazione secondo Abraham in pillole

 

Per gli appassionati della Legge dell'Attrazione, alcune frasi molto significative di Abraham (in viola) che ho commentato (in blu).

 

Dagli insegnamenti di Abraham:

"La vita è fatta per essere divertente. Voi avete detto " Vivrò e sceglierò. Osserverò e dirò di si a questo, e a questo e quest'altro e mi farò un quadro di tutte le cose che voglio e poi vibrerò come loro, perchè quelle saranno le cose a cui starò dando tutta la mia attenzione. L'universo risponderà alla mia vibrazione ed a quel punto mi ritroverò su un nuovo livello dove tutta un'altra serie di "si" saranno disponibili e ancora una volta dirò di si a questo, e a quest'altro ancora".".

Nell'osservazione di una certa cosa che suscita in noi un'emozione ripetuta che contrae forza man mano che l'osservazione persiste, è racchiuso il nostro modo di essere co-creatori all'interno di questo Universo in continua espansione. Questo è ciò che sapevamo di venire a fare qui in questa dimensione fisica, prima di arrivarci e lasciarci condizionare dall'umanità di cui prendiamo possesso una volta nati come esseri umani.



"Non avete mai detto "Vivrò e lotterò per ottenere la gioia", perchè dalla vostra prospettiva Non-Fisica sapete che è vibrazionalmente impossibile. Non potete lottare per la gioia. La lotta e la gioia non sono sullo stesso canale. Voi gioite per avere la gioia. Voi ridete per avere il successo. E' solo attraverso la vostra gioia che le cose belle arrivano."

E' letteralmente un contro senso, credere e dare una vibrazione alla convinzione che bisogna vivere lottando per ottenere la gioia, ed ottenerla. Ciò che riceveremo in cambio saranno esperienze che ci porteranno a lottare, in quanto è la vibrazione legata al senso di "lotta" che comunichiamo all'Universo attraverso questa stessa convinzione. Se volgiamo la gioia facilmente, dobbiamo cancellare la convinzione che per ottenerla serva lottare".


"Non guardate mai "quello che è". Immaginatelo come lo vorreste che fosse, cosicchè la vostra vibrazione possa corrispondere al vostro desiderio. Quando la vibrazione corrisponde al vostro desiderio, allora ogni cosa nella vostra esperienza graviterà per rispondere a quella vibrazione tutte le volte".

Bisogna cercare di fare un gioco con se stessi, per aggirare la mente cosciente abituata a vedere solo quello che è nel presente quando osserva qualcosa che non ci piace, il gioco del "fare come se", cioè cercare di vivere come se si avesse già ciò che si è desiderato avere e sperimentare. Questo pur essendo di per se facile, diviene difficile se non impossibile, quando ci immergiamo nella realtà che stiamo sperimentando, senza ricordarci che essa può cambiare, cambia se noi spostiamo la nostra attenzione da "quello che è", a "quello che vorrei".



"Essere felici è la pietra angolare di tutto ciò che siete! Niente è più importante che stiate bene! E voi avete l'assoluto e totale controllo su come vi sentite perchè potete scegliere il pensiero che vi fa preoccupare o il pensiero che vi fa stare felici; le cose che vi danno gioia o le cose che vi danno preoccupazioni. Voi avete la scelta in ogni momento."

Questa nostra dimensione contiene ciò che ci piace e ciò che non ci piace, abbiamo la facoltà di pensare in modo positivo o in modo negativo e il nostro atteggiamento mentale farà si che la felicità SIA la pietra angolare di tutto ciò che siamo e che quindi sperimentiamo, oppure no. Per questo è importante il nostro equilibrio interiore, in quanto in base a quello determiniamo come ci sentiamo.



"Lasciate che quello che state vivendo proprio qui ed ora in questo momento sia lo strumento che evoca il desiderio che a sua volta richiama a se la Forza Vitale che provvede alla creazione di qualsiasi cosa."

La vibrazione che emaniamo, che essenzialmente è legata all'esperienza che sperimentiamo, è lo strumento che abbiamo per richiamare a noi l Forza Vitale che crea i mondi, e qualunque altra cosa. Quindi, tutto ciò che non ci piace deve essere visto solo come un punto di lancio per un nuovo desiderio che crei una realtà migliore di quella del nostro momento presente."

"Qualsiasi cosa abbiate l'abilità di concepire, questo Universo ha l'abilità di creare. Qualsiasi cosa, senza eccezioni. Per cui il vostro lavoro è di congiurare l'idea e nient'altro. L'universo ha l'occorrente per consegnarvi quello che volete, e lo farà."

L'unico modo in cui noi siamo fatti ad immagina e somiglianza del nostro Padre Creatore, è racchiuso nella nostra capacità di concepire una cosa. Lo si può paragonare ad un vero e proprio concepimento che darà la vita ad una creazione tutta nostra, a causa del fatto che l'Universo dentro il quale sperimentiamo la nostra esistenza, risponde sempre ed immancabilmente a ciò che riusciamo a concepire come esseri singoli e come intera umanità in scala più vasta.



"Non c'è modo giusto o sbagliato di raccontare una versione migliore della vostra storia. Potete parlare di esperienze passate, presenti o future. L'unico criterio da seguire è quello di essere consapevoli del vostro intento di voler raccontare la vostra storia in modo nuovo che vi faccia stare meglio. Raccontare molte delle vostre cose in modo diverso durante la giornata cambierà il vostro punto di attrazione. Solo ricordate che la storia che raccontate su di voi è la base della vostra vita. Per cui raccontatela come vorreste che fosse."

La consapevolezza di essere noi i creatori della nostra realtà, ci rende responsabili di tutti i nostri intenti con cui parliamo di noi stessi, delle nostre esperienze, delle nostre convinzioni su qualunque cosa, in quanto è così che creiamo la nostra realtà. Funziona incessantemente in questo modo, non solo quando intenzionalmente ci focalizziamo su qualcosa che ci piace per attrarla a noi, ma anche quando non pensando da questa prospettiva, lasciamo che la storia che stiamo vivendo e che non ci piace, diventi la vibrazione con cui continueremo a manifestare quella stessa storia. Modificare tutto questo, cambierà l'esperienza.

 

"Un gruppo di persone deboli, anche in gran numero, non sono forti. Pendete un folto gruppo di persone confuse e mettetele insieme e vedete se ne viene fuori chiarezza. In altre parole, non potete aggiungervi al gruppo persone confuse e poi pretendere di avere più chiarezza. Uno solo, fuori dal gruppo, che è chiaro nei suoi intenti è più forte di un milione che sono confusi."

Siamo esseri vibrazionali che comunicano e si influenzano tra di loro e attiriamo a noi solo chi vibrazionalmente è in risonanza con noi. Se cerchiamo chiarezza senza possederla e la cerchiamo tra chi ci è simile, non la troveremo mai. In colui che è forte e chiaro nei sui intenti, è racchiusa una grande forza che lo renderà ancora più forte nell'attrarre ciò che gli è simile.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn