Legge di Attrazione: gli insegnamenti di Abraham e le mie considerzioni legate all' Autostima

Questa volta vorrei parlarvi dell'importanza dell'autostima, al fine di co-creare una realtà piacevole ed equilibrata. la Legge di Attrazione afferma che co-creiamo per come siamo, e ciò che siamo o che crediamo di essere è l'insieme delle nostre credenze e convinzioni che abbiamo su noi stessi e sul mondo che ci circonda. Quindi, comprendere che se non si ha una vita soddisfacente pur conoscendo la Legge di Attrazione e che nonostante ci si sforzi di co-creare consapevolmente i risultati tardano a manifestrasi, è probabile che non si abbia una buona fiducia e stima di se stessi. Questo, a vari livelli, genera un senso latente di indegnità, di demerito che attiva in noi una determinata vibrazione corrispondente. L'Universo risponde sempre alle nostre richieste vibrazionali, ed in questo caso, continuerà a darci esperienze che sono in risonanza con questa vibrazione di sfiducia in noi stessi. 

Molti sono anche convinti che desiderare una vita colma di benessere, sia sbagliato, in quanto ci è stato sempre insegnato che il denaro è la causa di tutti i mali. Io non sono assolutamente d'accordo, perchè percepisco il denaro semplicemente come un mezzo e non un fine, che ci permette di vivere in questa dimensione in molti modi a seconda della sua quantità o mancanza  nella nostra vita. Il denaro è solo energia e come tale va trattato. Di per se può essere usato per scopi benefici personali o altruistici, o per scopi deleteri per se stessi e per gli altri, ma di per se, non gli attribuisco nessuna proprietà se non quella della manifestazione energetica di una certa energia. 

Altre persone credono che se ci si addentra in un percorso più o meno spirituale o presunto tale, si debba vivere nella povertà, in quantò essa è spesso associata all'umiltà. Generalmente queste persone poi sono proprio coloro che vivono una vita all'insegna della "mancanza" proprio perchè hanno radicata questa convinzione, e di contro la realtà gli darà cose in risonanza con la convinzione che il denaro sia un male. Non credo che sia una convinzione da coltivare che possa aiutare a sperimentare la vita in modo degno, almeno allo stesso modo in cui una persona vede nel denaro invece la sete di potere e ambisce ad averlo solo per coltivare una passione smodata. Il mio non vuole essere un giudizio, esprimo solo qual'è il significato del denaro secondo me, cioè un mezzo per vivere e far vivere chi ci circonda in modo degno.

Da qui la scelta di parlare di questo argomento associandolo all'autostima, in quanto essa ha in se una vibrazione potente, che favorisce o meno il manifestrasi di eventi desiderati o indesiderati. Generalmente si associa il guadagno al lavoro, ed è di questo che vorrei parlare qui in questo articolo, avvalendomi di spunti che commenterò in blu, presi dal libro di Abraham "Il Denaro e la Legge dell'Attrazione", in cui si approfondisce questo argomento dalla loro prospettiva nel guardare all'umanità. 

 

"Vi incoraggiamo, per quanto riguarda la vostra carriera lavorativa, a decidere, il più presto possibile, che è vostra intenzione dominante e ragione di esistere siano felicemente per sempre. Sarebbe una scelta di carriera davvero ottima: gravitare verso attività e abbracciare i desideri che sono in armonia con le vostre intenzioni più genuine, la libertà, la crescita e la gioia. Scegliete la "carriera" di vivere felici invece di trovare un lavoro che vi faccia guadagnare abbastanza da procuravi con il denaro cose che dovrebbero rendervi felici. Quando essere felici è per voi d'importanza primaria e quello che fate per "vivere" vi rende tali, avete trovato la combinazione ideale".

Si può diventare, secondo questo suggerimento legato al benessere economico, dei veri esperti in qualsiasi situazione, basta che prima di tutto si diventi degli esperti di equilibrio vibrazionale. Da questa posizione di felicità, si potrà attrarre circostanze ed eventi tali che il potenziale di felicità può solo che crescere in misura esponenziale. Se ci si riflette bene, si nota che il volersi guadagnare da vivere ha come scopo l'avere più denaro, il quale ci permette di vivere una qualità di vita migliore. Ora questo è possibile sempre in teoria, in quanto la felicità è uno stato interiore che si può avere o non avere a prescindere dal conto in banca. Basta pensare a quante persone ricche, famose belle ed apprezzate, fossero talmente infelici da autodistruggersi con le loro mani, e questo proprio perchè non avevano fiducia in se stesse, e non si apprezzavano loro per prime. Tutto il successo, la ricchezza che aveano raggiunto, non colmava il loro vuoto interiore e la loro disperazione. Viceversa, perone che non hanno grandi possedimenti o successo e potere, vivono un esistenza serena e felice, in quanto si accettano e si amano a prescindere da ciò che hanno o che non hanno a livello materiale.

 

"Se siete in allineamento vibrazionale con la Fonte che è in voi e i vostri desideri e credenze sono in equilibrio, il bisogno di giustificarsi svanisce. Molti cercano di giustificare il proprio comportamento o le proprie idee, ma non è mai consigliabile adottare le opinioni altrui come guida all'allineamento invece del proprio "sistema di Guida"."

Generalmente si tende a doversi giustificare quando si desidera qualcosa, sopratutto quando parlandone con qualcuno, questi vi esortano a "restare con i piedi per terra" cercando di convincervi con le loro opinioni in merito a ciò che può essere giusto o meno desiderare. Ora se siamo persone determinate e fiduciose in noi stessi, difficilmente ci lascieremo condizionare dalle opinioni altrui, in quanto si è consapevoli che gli altri non possono sapere cosa sia meglio per noi e che spesso, visto che loro per primi sono persone sfiduciate di per se e per il mondo circostante, tendono a proiettare su di noi la loro sfiducia minando così le nostre sicurezze. Suggerisco a coloro che si trovano spesso in queste situazioni, a non lasciarsi intimorire da chi non ce la fa' e tenta di sabotarvi..ringraziateli per i suggerimenti ma non fatene tesoro!

 

"Fin da piccoli troppe persone vi chiedono d'adattarvi alle loro regole e opinioni, ma se permettete alle vostre decisioni d'orientarsi secondo la loro volontà, vi distaccate sempre di più dall'allineamento con chi-siete-veramente, con le vostre intenzioni innate e con quelle che si sono sviluppate nella vostra attuale esperienza di vita. Non gusterete mai il senso di libertà, se non accantonerete il desiderio di compiacere gli altri, per allinearvi con chi-siete veramente (con la vostra Fonte) rivolgendovi solo al vostro sentire e scegliendo pensieri rasserenanti a conferma che avete trovato l'allineamento."

Ciascuno di noi nasce con delle qualità e preferenze innate verso qualcosa, che andrebbero seguite in quanto appartengono alla nostra anima, la quale torna in una nuova esperienza di vita, al fine di poter portare termine quanto si è prefissata prima di reincarnarsi. Purtroppo sin da piccoli veniamo influenzati da coloro che ci sono intorno e che tendono a farci orientare secondo la loro volontà e quando questo accade, avviene un distaccamento con la nostra Fonte. Con il passare del tempo, facciamo nostre certe credenze e convinzioni, le quale ci influenzeranno profondamente nel corso della nostra vita. Esplorare tutto questo è importante se si vuole comprendere in certi casi, perchè non  si sente di vivere una vita per come si vorrebbe vivere, in quanto qui vi è racchiuso tutto quello che magari inconsciamente ci lavora dentro e che non ci permette di cambiare vibrazione. Per cambiare certi meccanismi, certe credenze, non basta la sola ripetizione di frasi positive che sicuramente aiutano a spostare le emozioni/vibrazioni lungo la scala emotiva da "brutte" a " belle" emozioni, ma spesso solo per un breve periodo a scapito di un enorme dispendio di energia psichica. Andrebbe compeso cosa è che veramente ci "rema contro" nella co-creazione consapevole di una realtà più bella.

 

"Quando capite che qualcuno vi disapprova o vi attacca, è naturale difendersi, ma tale bisogno passerà presto in secondo piano dopo che avrete imparato ad allinearvi con l'Io Interiore, perchè tutti i sentimenti di vulnerabilità saranno sostituiti dal senso incrollabile di chi-veramente-siete. Quali che siano le vostre scelte, ci sarà sempre qualcuno che non è d'accordo con voi, ma trovando l'equilibrio e mantenendo l'allineamento, molti di coloro che vi osservano saranno più propensi a chiedervi qual'è il segreto del vostro successo invece che a criticarvi per questo. E chi continuerà a farlo non troverà comunque soddisfazione nelle vostre giustificazioni, per quanto convincenti siano".

E' importante costruire un buon rapporto di fiducia con se stessi se si vuole eliminare la vulnerabilità legata alla sensibilità verso le opinioni altrui. Quando si ha una buona autostima, ciò che gli altri vi diranno a proposito delle vostre scelte, non sarà più motivo di dubbio riguardo al vostro valore personale e su quanto potete realizzare nella vostra vita. Mi è spesso capitato di ritrovarmi con persone, che per un motivo o per un altro hanno tentato di farmi credere che non fossi all'altezza di questa o quell'altra cosa, ma fortunatamente per me, non mi sono mai lasciata intimorire ne ho dato credito a quello che mi veniva detto, e questo non per superbia, in quanto sono la prima a sapere quanto siano importanti le critiche costruttive, ma perchè mi sono accorta che proiettavano su di me quello che non riuscivano a vedere di loro stessi. Se non avessi lavorato sulla mia autostima, probabilmente queste persone mi avrebbero condizionata nelle mie scelte in passato come nel presente, ma dato che so perfettamente che nessuno ha il potere di condizionarmi, di manipolarmi a meno che io non glielo conceda, non ho permesso a nessuno di farmi indietreggiare davanti alle mie decisioni.

 

"Non è compito vostro colmare il senso di mancanza negli altri, lo è invece mantenere voi stessi in equilibrio. Se permettete alla società, o anche solo a un altro, di dirvi quello che dovreste volere o come dovreste comportarvi, perdete l'equilibrio perchè il vostro senso di libertà - che è al centro del vero Essere - è rimesso in discussione. Quando prestate attenzione al vostro sentire e producete pensieri che rafforzano il vostro potere, mettendovi in relazione con chi- veramente - siete, vi trasformate in un esempio di evoluzione di grandissimo valore per coloro che hanno il privilegio d'osservarvi. "

Ciascun individuo dovrebbe essere responsabile della propria vita, dei propri sentimenti e delle proprie emozioni senza doversi appoggiare agli altri per colmare le sue lacune, che sono suo compito risolvere. Quando vi trovate ad avere a che fare con qualcuno che mette il suo benessere nelle vostre mani,  se accettate siete dentro una prigione, in quanto dovrete accontentarvi di essere come quella persona vuole che voi siate, affinchè lui/lei possa stare bene. Questa è una forma di mancanza di libertà, da cui dovete assolutamente allontanarvi se volete vivere una vita secondo i vostri bisogni invece che secondo i bisogni altrui e dovreste fare attenzione anche a non essere voi stessi, coloro che mettono la loro felicità nelle mani di qualcun altro, perchè anche in questo modo si rischia di vivere una vita al di sotto delle proprie aspettative, perchè nessuno al di fuori di noi stessi, può prendersi cura di sè. Comprendo che sarebbe per molti più semplice "affidarsi" a qualcuno affinchè la propria vita sia migliore, in quanto questo implicherebbe uno sforzo apparente quasi nullo nel cambiare ciò che non funziona e che quasi sempre è dentro noi stessi, ma non avete idea di quanta più energia si sprechi a cercare di cambiare una situazione esterna senza raggiungere poi i risultati che si otterrebbero nel cambiare se stessi. Questo è uno dei motivi per cui il mio prossimo seminario legato alla Legge dell'Attrazione, approfondirà in che modo l'Autostima possa essere fondamentale nell'Arte della Co-Creazione Consapevole, approfondendo e collegando la PNL a tutto questo. Ho constatato personalmente e anche attraverso a chi ha lavorato e lavora con me per la sua crescita personale, come la vita possa letteralmente spostarsi su un potenziale che fino a tempo prima neanche osava immaginare, per il semplice fatto di aver cominciato a guardare dentro se stessi, a rimuovere ciò che non serviva più portarsi dietro e sostituirlo con nuove e potenzianti risorse. L'unico angolo dell'Universo che possiamo veramente cambiare, è noi stessi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn