Transurfing e Legge dell'Attrazione a confronto

Un argomento che mi sta molto a cuore, e' quello che riguarda il ''modo'', ossia il "come e il perche'" la Legge dell'Attrazione, la Legge di Risonanza e il neo-nato Transurfing di Vadim Zeland,  affermano che la realtà' in cui viviamo e' tale in quanto siamo noi ad ''attrarre'', a ''risuonare'' o a ''surfare'' tra infinite scelte di potenziali realtà'. Quindi la realta' che ciascuno di noi sperimenta singolarmente o come umanità', altro non e' che il risultato di cio che noi siamo, di ciò' che crediamo, pensiamo e su cui ci focalizziamo indipendentemente se siano cose che ci piacciono oppure no. Cosi' come nel precedente articolo sulla Legge di Risonanza ho evidenziato che secondo me questa e' in sostanza una variante della Legge dell'Attrazione o viceversa, lo stesso vorrei evidenziare anche nel Transurfing, non per sminuirlo, ma semplicemente per far comprendere alle persone ciò' che per me e' lampante: il fatto che noi ''attiriamo'' per la LDA, che ''risuoniamo'' per la LDR o che ''Surfiamo'' nel T. significa solo una cosa, cioè' che il potere di fare questo risiede in ciò' che siamo realmente in virtù' di Colui da cui provenivano. Trovo importante chiarire questo punto in quanto mi accorgo che sempre più' persone si fossilizzano sull'idea che sia la LDA, o la LDR o il T. ad avere questo magico potere in se che ci permette di creare una realtà' piuttosto che un'altra e questo e' un errore di fondo, in quanto la LDA e la LDR sono una Legge che esiste in virtù' di ciò' che noi siamo e non viceversa. Per il Transurfing invece e' ancora più' diverso, in quanto non si può' parlare riferendosi ad esso come ad una Legge, ma solo come l'insieme di concetti  gia' noti, estrapolati e messi insieme in modo diverso da Vadim Zeland.

Non posso non riconoscergli l'ingeniosita' di aver riscritto cose già note sin dai tempi antichi e che prima grazie a The Secret sono state riproposte in chiave moderna, ed ora con il Transurfing vengono riproposte con l'aggiunta della teoria della  fisica quantistica creando un diverso punto di vista con cui esplorare il presupposto che noi creiamo la nostra realtà', o per dirla per come la direbbe il T., che noi ci spostiamo attraverso i potenziali di infinite realtà' che sono tutte contemporaneamente presenti e attraverso le quali noi ''surfiamo'' passando più' o meno inconsapevolmente da una linea temporale con determinati potenziali ad un'altra.

La cosa sconcertante che sto costatando e' comunque un'altra, cioè' gli estremismi che si stanno creando intorno al Transurfing, che ricordano sempre di più' i comportamenti estremisti adottati da alcune persone appartenenti a gruppi religiosi, i quali non tollerano nulla di diverso dal loro credo fino ad escludere persino un sano confronto al fine di fare più' chiarezza in questo campo. Personalmente sostengo che il T. funzioni cosi' come funziona la LDA o la LDR, e a far si che questo sia cosi', dipende da cosa noi crediamo che funzioni, in quanto sono le nostre credenze e convinzioni che ne determineranno il risultato. Quindi per molte persone funziona la LDA e per molte no e magari funzionerà' il T. o  la LDR, e questo e' giusto in virtù' del fatto che non esiste secondo me una sola via per arrivare alla comprensione, ma esiste una giusta via per ciascun individuo e questa avrà' le giuste caratteristiche a seconda della persona stessa. Un'altra cosa che non mi e' sfuggita e che mi e' risuonata come un campanello di allarme, riguarda non tanto il Transurfing di per se, ma il fatto che il suo ideatore, Vadim Zeland, per promuovere il T. ha sparato a zero su The Secret e quindi sulla Legge dell'Attrazione affermando che non funziona, cosa assolutamente falsa per me e per milioni di persone. Lo stesso ha fatto parlando dell'ipnosi, dell'uso del pensiero positivo e delle tecniche di programmazione mentale, definendoli inadeguati ad aiutare un individuo a migliorare se stesso al fine di crearsi una realtà' migliore, scrivendo pero' libri in cui forse inconsapevolmente non si e' reso conto che suggeriva di usare quelle stesse tecniche omettendone il loro reale nome, per riuscire a ''surfare'' con il Transurfing!

Come programmatrice neuro linguista, ipnotista e counselor sento di dissentire con quanto Zeland afferma riguardo all'efficacia di questi strumenti che se usati nel giusto contesto e nelle giuste circostanze, danno invece dei risultati meravigliosi!! Ora io ho letto quasi tutto quello che circola in giro sulla LDA e in nessun libro ho mai letto di qualche autore che per promuoverla, abbia parlato male del T. o di altre teorie per avallare la propria. Ricordiamoci una cosa fondamentale, cioè' in che modo noi facciamo nostra una ''credenza'' qualunque essa sia: o per esperienza diretta personale, quindi di constatazioni proprie in quanto sperimentate personalmente, o attraverso i ''filtri di autorità' '' cioè' accettando per vero facendone una nostra verità' ciò' che qualcun altro ha affermato essere vero. Quando davanti alle mie domande rivolte ai sostenitori del Transurfing, riguardo al perche' secondo loro la LDA o la LDR non funzionano, mi sento rispondere ''perche' lo dice Zeland'' (filtro d'autorità), ed io replico con questi argomenti che state leggendo e vengo buttata fuori da certi gruppi che venerano il Transurfing, be' mi si apre un mondo davanti! Quello che vedo sono persone che ancora una volta mancano il punto essenziale di certi insegnamenti che oggi prendono questi nomi, ma che in realtà sono Verità antichissime che molti grandi Maestri del passato hanno raccontato, da cui sono nate delle religioni (anche se poi i messaggi sono stati distorti) e che molte scuole iniziatiche conoscono approfonditamente, molto meglio di quanto oggi giungono a noi con queste nuove etichette.

Quindi cerchiamo di non ripetere l'errore da cui si tenta di fuggire e che invece ci imprigiona ancora una volta.... Solo la Verità ci renderà liberi e nessun' altra cosa e scoprirla non è per nulla semplice: quindi tutte le nostre credenze e convinzioni non devono divenire per noi una prigione dentro la quale fossilizzarsi e bisogna invece rimanere aperti a molte possibilità di conoscenza. Personalmente diffido di tutto e di tutti coloro che per far valere le loro idee, la loro verità in ogni campo e ad ogni costo, sentono la necessità di demonizzare chi ha altre credenze, idee o verità. E' nel rispetto delle opinioni altrui, seppur contrastanti con le nostre, che risiede la crescita, in quanto non si ha il bisogno di convertire nessuno ai propri credo. Per supportare quanto ho detto, di seguito troverete una breve presentazione su chi è Vadim Zeland, presa dal web e qualche breve spunto tratto da alcuni suoi libri dove si nota che in questo caso non afferma che la LDA non funziona. Commenterò via via le sue affermazioni in blu per evidenziare come invece il Transurfing racconti la stessa storia della Legge dell'Attrazione ma in modo diverso e con argomenti legati alla fisica quantistica, sperando che sempre più persone non si fermino a venerare i vari "filtri di autorità" che incontrano sul loro cammino, ma che si adoperino invece  a cercare  quello che loro hanno trovato!

Vadim Zeland

Un grande mistero avvolge la figura del ricercatore russo Vadim Zeland. Di lui si hanno poche informazioni. Esperto di fisica quantistica, ha dedicato parte della sua vita alla tecnologia informatica, fino a quando non ha incontrato il Transurfing. Zeland dichiara di non essere un maestro spirituale, ma solo una persona fortunata che ha reso disponibile a tutti un approccio testato personalmente. Sebbene molti Transurfer abbiano espresso il desiderio di conoscerlo personalmente, Zeland continua a rimanere nell’ombra e a comunicare con i propri lettori solamente tramite il web.

Domande e risposte a Zeland  dal web:

Che cos'è il modello delle "varianti"?

"La realtà ha due forme: una forma fisica che può essere toccata e una metafisica che va oltre la percezione, ma che pur non è meno oggettiva. In un certo senso, il mondo è uno specchio duale illimitato, da un lato del quale vi è l'Universo, dall'altro lato vi è uno spazio metafisico di varianti - una struttura di informazioni che memorizza scenari di tutti gli eventi possibili."

Chi conosce approfonditamente la LDA potrà notare che lo stesso concetto viene espresso sotto forma di "simile attira suo simile" in quanto sono le vibrazioni che emanate nell'Universo, cioè nello spazio metafisico pieno di potenziali da attirare, faranno si che il giusto scenario in risonanza con esse si manifesti per essere sperimentato.

"Il numero di varianti è infinito, simile a un insieme infinito di punti possibili su un piano di coordinate. Vi è una registrazione di tutti gli eventi passati, presenti e futuri, ed è dallo spazio delle varianti che i nostri sogni provengono, così come la chiaroveggenza, la conoscenza e la comprensione intuitiva. In particolari condizioni dell'energia, i pensieri possono materializzarsi in qualsiasi settore nello spazio delle varianti. In uno stato speciale che il Transurfing chiama unità di mente e anima, viene data origine a una forza misteriosa – una intenzione esterna. Se si seguono alcune regole, questa forza porterà a compimento un "ordine" - si realizzerà ciò che hai concepito o creato."

La Legge dell'Attrazione afferma che ogni volta che esprimiamo un desiderio esso nasce dal "contrasto" il quale ci porterà a scegliere tra infinite possibilità che coesistono all'nterno di questo Universo ma che "vibrano" in modo diverso l'una dall'altra, (il piano delle coordinate). La parte più estesa di noi, la Fonte, diviene istantaneamente quella realtà e quella realtà non sarà manifestata nella realtà materiale terrena fintanto che noi non diveniamo UNO (unità di mente e anima) con la nostra Fonte. Le regole da seguire sono "Chiedere", "Credere", "Ricevere" e l'ordine menzionato da Zeland verrà realizzato in quanto, proprio come lui afferma e come viene affermato nella LDA, "si realizzerà ciò che hai concepito o creato".

 

Come il tuo libro differisce da The Secret?

"L'unica distinzione è che la stessa conoscenza è considerata da punti di vista differenti. Come dato di fatto, se si confrontano vari insegnamenti, potremmo andare tanto indietro fino alle Upanishad, ma qual è il senso di questo? Tutta questa Conoscenza proviene da un'unica fonte."

A conferma di quanto ho affermato sopra, Zeland si contraddice in alcuni suoi libri quando prima afferma che la Legge dell'Attrazione non funziona e poi afferma in risposta a questa domanda che in realtà la conoscenza è la stessa ma che viene considerata da punti di vista differenti: vale a dire che il presupposto di fondo è lo stesso sia nel T. che nella LDA e che anzi...si potrebbe andare indietro nel tempo fino agli antichi insegnamenti ma che alla fine ciò ha poca importanza in quanto la Fonte è la stessa, e questo è ciò che viene affermato anche nella LDA.... quindi mi chiedo....perchè affermare che la LDA non funziona quando poi in queste risposte viene evidenziato il contrario?

"Per lo stesso motivo, le stesse scoperte sono spesso fatte da persone diverse in modo indipendente, e un sacco di nuove tendenze sorgono in vari punti del pianeta contemporaneamente. Prova a trovare un insegnamento che non abbia nulla in comune con altri insegnamenti! Se lo trovassi, si applicherebbe ad una realtà diversa. Ma la mente umana non è in grado di creare qualcosa di nuovo che non si applichi al nostro mondo.

Prima o poi, anche la fantascienza diventa realtà. Scrittori di fantascienza descrivono realtà che possono essere non ancora vere. Per la verità, tutte queste idee e immagini, così come i sogni, non sono prodotti della mente umana - sono fissi e esistono oggettivamente nel campo integrale delle informazioni. I "Maestri", come la gente comune, hanno accesso allo stesso database. È così semplice come andare in biblioteca e prendere i libri che ti piacciono, da qualsiasi scaffale. A una condizione: devi credere nelle tue capacità, usare il diritto di accesso alla Conoscenza, e poi – devi avere l'intenzione di farlo."

Vorrei sottolineare, che un Maestro non è strutturato mentalmente come una persona comune, e che quindi anche se le informazioni esistono oggettivamente nel campo integrale delle informazioni, esse non sono accessibili a tutti in quanto per fare ciò bisognerebbe scardinere la nostra identità dell'ego...e diventare un Cristo...Infatti per accedere alle nostre capacità, usare il diritto di accesso alla Conoscenza ed avere l'Intenzione di farlo, implica possedere la Maestria del Se', a meno che qui non si stia parlando di semplice autostima, che comunque non tutti hanno e che per maturarla occorre fare un lavoro su se stessi....se fosse tutto semplice come andare in una biblioteca, saremmo tutti "Illuminati"...

"Poni a te stesso delle domande, osa rispondere a te stesso. Colui che osa, fa delle scoperte, compone musica, scrive libri, crea capolavori in vari campi. La conoscenza si apre a coloro che hanno dichiarato la loro intenzione di prenderla a bordo."

Non basta porsi delle domande, ma occorre porsi le giuste domande ed occorre sapere quale "noi"  le sta facendo e quale "noi" sta rispondendo. Colui che osa ha una grande confidenza in se stesso, quindi una persona con scarsa autostima se non usa degli strumenti come la PNL motivazionale, l'Ipnosi, le tecniche di Riprogrammazione Mentale ed il Pensiero Positivo, difficilmente si trasformerà per magia in colui che oserà! La conoscenza si apre principalmente a chi prima cerca di conoscere se stesso, e per farlo occorre un percorso strutturato.

 

Di seguito riporto un breve brano tratto dal libro "Lo spazio delle Varianti" senza l'aggiunta di nessun commento da parte mia, per lasciare libere le persone di trarre le loro conclusioni che potrebbero essere totalmente opposte al mio pensiero, su queste poche righe. 

“Lo Spazio delle Varianti – Reality Transurfing“:

"Fin dall’inizio del tempo, le persone hanno notato che il mondo ha una duplice natura. Da un lato, tutto ciò che accade sul piano materiale è abbastanza comprensibile e può essere spiegato in termini di scienze naturali. Dall’altro lato, di fronte a fenomeni appartenenti al mondo “sottile” (non-materiale), queste leggi non sono più valide. Perché non è possibile unire questi due aspetti della realtà in un unico concetto universale?
E’ a dir poco bizzarro – come se il mondo stesse giocando una partita a nascondino con noi, cercando di dissimulare la sua vera essenza. Gli scienziati scoprono una legge in grado di spiegare qualcosa e qui, il mondo ci sorprende e avviene qualcosa di controverso. Questa caccia alla verità, evasiva come un’ombra, sembra non avere mai fine. Il mondo non solo nasconde il suo vero volto – si trasforma in qualunque cosa che vogliamo che sia.

Questo vale per tutti i campi della scienza. Ad esempio, se il mondo è percepito come un oggetto del micro-mondo, puoi star certo che ci saranno esperimenti per dimostrare questa teoria. Supponiamo che il mondo non sia una particella, ma un onda elettromagnetica – bene, non importa, agirà di conseguenza, facendo finta di essere ciò che vuoi che sia.

Fai al mondo una domanda: Di che cosa sei fatto? Sei massa compatta? Puoi star certo che otterrai una risposta positiva. E ancora, se fosse una massa di energia? Di nuovo giusto! E’ stato riconosciuto che la formazione e l’annichilamento di micro-particelle è un processo permanente, che avviene in un vuoto – l’energia si trasforma in materia e viceversa.

Ancora, non si dovrebbe chiedere al mondo cosa viene prima – la materia o la coscienza. Continuerà a cambiare le sue maschere. Coloro che hanno diversi punti di vista continueranno a discutere, cercando di promuovere le idee opposte, ma la realtà ci porta un verdetto a prova di proiettile che dice che sono tutte, di fatto, corrette.

In altre parole, il mondo non solo si sottrae, ma concorda anche con noi, comportandosi come uno specchio, per così dire. Esso riflette letteralmente tutte le nostre idee di ogni genere su ciò che ci circonda. Così, significa che tutti i nostri sforzi per trovare una versatile chiave alla realtà sono inutili? In nessun caso il mondo sarà in disaccordo con i suggerimenti umani, ma non darà mai dare una risposta diretta.

L’indizio è molto più semplice: non cercate di trovare la verità universale, attraverso lo studio di aspetti separati della realtà sfaccettata. L’unica cosa che devi accettare è il fatto che la realtà, come uno specchio, ha due lati: il lato fisico, che si può toccare, e quello metafisico, situato oltre i confini della nostra percezione, ma non meno oggettivo.

Oggi, la scienza si occupa di ciò che si riflette nello specchio, mentre l’esoterismo sta cercando di guardare il mondo dall’altra parte dello specchio. Ed è questo che costituisce tutto il dibattito. Cosa c’è, dall’altra parte dello specchio?

Il Transurfing al pari di un insegnamento esoterico dà una possibile risposta a questa domanda. Dall’altro lato dello specchio si trova uno spazio di varianti – una struttura di informazione che immagazzina i copioni per tutti i possibili flussi di eventi. Il numero di varianti è infinito – simile al numero delle possibili locazioni di un punto su un sistema di coordinate. Tutto quello che è accaduto, sta accadendo e accadrà, è scritto lì.

Difficile da credere, non è vero? Dove si trova questo spazio di varianti? E’ possibile che sia su questa terra? Nei termini della nostra visione del mondo a tre dimensioni, è ovunque e in nessun luogo al tempo stesso. Forse, è oltre i confini dell’universo visibile, o forse è nella tua tazza di caffè. In ogni caso, non è nella terza dimensione."

  

In conclusione mi piace pensare  al Transurfing come ad un buon strumento che ci può aiutare a comprendere concetti legati alla creazione intenzionale della realtà, senza per questo demonizzare nessun altra conoscenza, che sia la Legge dell'Attrazione, la Legge di Risonanza, o qualunque altra legge o teoria che possa emergere o riemergere nel tempo per mostrarci da un punto di vista diverso in che modo la realtà è strettamente interconnessa con noi.

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn