×

Errore

[OSYouTube] Alledia framework not found

IMPARA A LASCIARE ANDARE CIO' CHE DESIDERI

 

Voglio condividere in questo artico una semplice tecnica che se usata correttamente permette la realizzazione dei propri desideri.

Tenete presente che ogni volta che si desidera qualcosa, l'atto stesso del desiderare è già di per se un atto che potremmo definire magico ma che in realtà è solo un meccanismo a cui tutti abbiamo accesso per via di una delle Leggi che ci governano e che governano il nostro Universo. Partendo da questo presupposto si evince che bisogna stare attenti a ciò che si desidera perchè lo si vedrà realizzato!

Ricordate anche che manifestiamo sia ciò che desideriamo che ciò che non desideriamo se costantemente vi ci focalizziamo la nostra attenzione e le nostre emozoni. Per chi volesse approfondire questa tematica, troverà molti articoli al riguardo che, per coloro che non conoscono la Legge di Attrazione, saranno utili per svolgere al meglo questo piccolo ma potente esercizio che vi permetterà di manifestare ciò che desiderate.

Andiamo per ordine: per prima cosa è bene sapere che ciò che spesso impedisce la manifestazione di un desidero è l'attaccamento al risultato. Vediamo ora insieme perchè l'attaccamento al desidero ne impedisce la manifestazione.

 

Noi viviamo in una realtà spazio/temporale che ha però origine in un'altro stato spazio/temporale e veniamo qui su questa Terra proprio per sperimentare le nostre creazioni che ci servono fondamentalmente per farci acquisire una maggiore consapevolezza e di conseguenza evolvere per espandere ciò che siamo ad un altro livello ma che abbiamo dimenticato.

Mentre siamo in questa dimensione che sperimentiamo come solida per via dei nostri sensi, esiste in parallelo anche un'altra dimensione, molto più sottile ed intangibile al tatto: parliamo della dimensione mentale, quella che sperimentiamo ogni volta che immaginiamo qualcosa o che la sognamo. 

E' proprio lì che avviene la creazione che, se lasciata libera dal bisogno istantaneo, si vedrà realizzata in seguito come esperienza terrena. Questo è possibile solo in quanto tutto ciò che siamo è frammentato all'interno di vari piani di esistenza e di cui questa realtà ne è la più densa. Un pensiero non lo puoi toccare ma esiste e la sua esistenza è su un'altro piano, appunto quello mentale. 

L'Immacolata Concezione, associata archetipicamente anche alla Madonna o Vergine Maria, è proprio il primo atto del pensare più puro, incontaminato da ogni dubbio sulla sua realizzazione. Questo avviene istantaneamente sul piano mentale dove nasce la creazione di un pensiero. Se avessimo la consapevolezza di chi siamo, invece di dubitare sulla realizzazione delle nostre creazioni, la cosa più spontanea sarebe quella di ringraziare per aver già ottenuto ciò che desideriamo anche se ancora non si è manifestato nella nostra realtà.

Quello che invece accade è che ad ogni nostro desiderio che in genere nasce da una parte emozionale e poco razionale, attribuiamo attraverso la razionalità una qualità o un giudizio: "è un desiderio troppo bello ma che difficilmente vedrò manifestato per via di...a causa di.."ecc ecc.

Lasciate andare il giudizio e con esso il dubbio sulla manifestazione: il come si realizzerà non dovrebbe interessarci in quanto l'elaborazione sul come si possa manifestare ciò che desideriamo ha insita in sè l'esclusione di alcune possibilità invece dell'inclusione di ogni possibilità, che noi però con la nostra mente limitata, non riusciamo neanche a concepire.

 

 

Potrei farvi centinaia di esempi personali su come ho visto realizzare ciò che desideravo e il come questo sia stato possibile era fuori da ogni mia immaginazione, mentre potrei fare altrettanti esempi di come i dubbi e l'attaccamento al desidero scaturito da un bisogno che è una vibrazione appunto di mancanza nel presente, abbiano allungato i tempi di realizzazione dei miei desideri che alla fine infatti, ho realizzato quando non me ne importava veramente più nulla.

E' per questo che il saper "lasciare andare" è un elemento fondamentale che se viene a mancare non permetterà la manifestazione su questo piano, lasciandola però manifestata solo su quel piano dove la parte più grande di noi, il nostro Sè, è già diventato ciò che desideriamo. Occorre solo allinearsi con ciò che lì, in quella dimensione che percepiamo solo a livello emozionale e vibrazionale, esite e non aspetta altro che il nostro allineamento con l'esperienza.

Quindi invece di aspettare che nel tempo non ci interessi veramente più veder manifestato quel desiderio, affinchè si possa realizzare immaginiamo una volta che lo abbiamo visualizzato nei minimi dettagli, che lo abbiamo reso mentalmente vivido nei colori, nella consistenza fino a farci scaturire un emozione di estrema gioia, immaginiamo quindi vederlo allontanarsi da noi all'interno di una grande bolla di energia piena di Luce Dorata, come fosse un palloncino che lentamente scompare nell'infinito azzurro del cielo.

Ed è importante poi ringraziare per aver ottenuto già ciò che desideriamo anche se ancora non si è manifestato e non pensarci più! Se fatto per bene, basterà farlo una volta sola!

 

 

Quindi createvi una spazio dove sapete che non sarete disturbati, mettete una musica rilassante, possibilmente che sia  una frequenza 528 Hz che genera uno stato di felicità interiore o a 432 Hz che genera uno stato di rilassamento e dedicatevi del tempo per pensare a ciò che desiderate da una posizione di pienezza e non di mancanza. Fatelo per tutto il tempo che sentite sia adeguato per voi, poi visualizzate questa enorme bolla di energia piena di Luce Dorata che avvolge il vostro desiderio allontanarsi nell'Universo accompagnata dal vostro senso di gratitudine, fino a scomparire dalla vostra portata visiva. Poi lentamente riprendete consapevolezza del vostro stato di coscienza di veglia e  non pensateci più! Sarete sorpresi nel constatare di lì a breve come una Immacolata Concezione di un desiderio se viene lasciata incontaminata dall'aspetto umano, si realizzerà in tutta la sua bellezza.

Potete usare questa semplice tecnica per qualunque settore della vostra vita, a patto di tenere presente che:

in caso di una relazione sentimentale, se avete un uomo che desiderate quest'ultimo allora potrebbe anche  non rispecchieràe le vostre aspettative su di lui;

nel caso di un lavoro che desiderate svolgere, i parametri entro i quali quel lavoro si svolge potrebbero non darvi la soddisfazione che credevate di ottenere;

nel caso dell'abbondanza economica che desiderate sperimentare, questa non sempre riempirà i vuoti affettivi;

In questi casi basterà tenere presente che non c'è un limite entro i quali fare esperienze se non quelli che noi stessi siamo verso ciò che è illimitato, il che significa che tutto può sempre essere rivisto e modificato a patto di prendere coscienza che in primis è dentro di noi che deve essere apportato il cambiamento. Quindi occorre portare in equilibrio ogni nostra parte al fine di realizzare la pienezza in ogni settore della nostra esistenza. 

Prendetevi del tempo per conoscervi, per allenare la "presenza" nel "QUI ED ORA", per approfondire tematiche che affrontano queste conoscenze, per liberarvi di tutto ciò che interiormente ed esternamente si frappone tra voi e la vita che avete sempre desiderato vivere! Non soffermatevi sul presente solo per constatare quello che non avete bensì usate l'eterno presente per creare la vita che volete e sentite, e sentite con tutto il vostro cuore di meritarla!

Alla fine scoprirete di amare le vostre creazioni non tanto per quello che vi daranno a livello materiale ma sopratutto le amerete perchè in loro vedrete la meraviglia che è racchiusa nell'atto di creare qualcosa che solo noi possiamo immaginare giusta per noi e che solo noi possiamo ostacolare a causa della mancata conoscenza.

Ci stiamo dirigendo verso una Nuova Era e il cambiamento è veramente alle porte! Per creare una Nuova Realta' il primo passo è sicuramente  prenderne Coscienza per poi applicarla. Potrà sembrarvi tutto folle, ma vi garantisco che è tutto vero e l'unico modo che avete per verificarlo è provarci, provarci sul serio.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn