UNA CONTINUA METAMORFOSI ( tratto dal libro "Il bruco e la farfalla" di Rita Zeppa)

 

Una continua metamorfosi

Dal momento in cui veniamo al mondo e a rifletterci bene già dal momento del concepimento, tutta l’esperienza umana che vivremo con il nostro corpo, la nostra mente e con la nostra anima, si può paragonare ad una continua “Opera Trasmutativa” da ciò che in partenza siamo, verso ciò che con il passare del tempo saremo destinati a divenire. Proprio come il bruco che diventerà una farfalla, la nostra esistenza è una continua metamorfosi. Una perenne scoperta e rinascita.

Questo libro, infatti, ha lo scopo di accompagnarvi in un viaggio di rinascita e rivelazione, attraverso una nuova comprensione di voi stessi. Sfogliatelo e leggetelo come fosse un manuale da utilizzare poter osservare la vostra vita da una prospettiva diversa da quella a cui la maggioranza delle persone, fa riferimento.

Ciò che per il bruco è la fine del mondo, il mondo la chiama farfalla. (Lao Tse)
Immaginate un bruco che nasce su questa terra.
La sua esperienza è totalmente condizionata dal suo corpo che lo relegherà ad una determinata esperienza terrena.
Il bruco, per poter sopravvivere, striscia sul terreno affrontando tutti pericoli che la sua condizione, momentanea, gli impone di vivere. Condizione che muterà solamente quando si trasformerà in un essere diverso da ciò che era inizialmente. Sarà proprio questa sua opera di trasmutazione, a far in modo che anche la realtà che in seguito lo circonderà, sarà totalmente diversa da quella originaria.

Sperimenterà un altro modo di stare al mondo.
Questo è un primo punto importante che voglio approfondire, in quanto ciò che vale per il bruco, vale esattamente anche per l’essere umano. Nasciamo piccoli e indifesi, totalmente in balia delle cure più o meno amorevoli di chi ci sta intorno, indipendentemente da chi essi siano. Siamo come dei piccoli bruchi appena formati che cominciano a sperimentare la vita.

 

Un percorso di crescita personale, equivale a mettersi nella condizione di effettuare un vero e proprio cambiamento interiore.
Come per qualsiasi cambiamento profondo, occorre investire il proprio tempo affinché i risultati possano essere duraturi ed efficaci.
Non cambiamo ciò che siamo dall'oggi al domani, perché la consapevolezza si acquisisce attraverso la comprensione di tutto ciò che la vita ci ha portato ad essere.
Siamo tutti il frutto del nostro vissuto, che ha delineato ogni tratto della nostra personalità fino a renderci le persone che siamo oggi.


A volte cerchiamo delle "scorciatoie" che possano metterci nella condizione di ottenere risultati eclatanti con meno sforzo, dimenticando che la conoscenza di Se' può avvenire solo attraverso un lungo percorso che implica al suo interno il fattore "tempo".
Provate ad abbreviare la durata dell'incubazione di un uovo: apritelo voi e negherete la possibilità alla nuova vita che al suo interno sta mutando, di poter esistere.
Prendete il bozzolo di un bruco e apritelo prima che la trasformazione del bruco al suo interno sia avvenuta e una farfalla verrà privata della sua esistenza.
La natura è piena di questi esempi da cui noi dovremmo prendere esempio affinché la "nostra" trasformazione sia completa, e, per esserlo veramente, dobbiamo dare tempo alla nostra mente di cambiare atteggiamento.
Siamo un insieme di "atteggiamenti mentali" che si esprimono durante l'arco di un'esistenza attraverso ogni nostra parte, e di "parti" o "aspetti" che coesistono all'interno di ciò che noi comunemente definiamo come 'IO", ne abbiamo molte.

 

Non basta modificarne uno per poter affermare di essere "cambiati", ma occorre apportare quella modifica ad ogni nostro aspetto.
Nessuno sarà in grado di farlo al posto vostro e diffidate di chi vi offre il cambiamento su un "piatto d'argento" in brevissimo tempo...potrete solo apportare qualche modifica comportamentale per un breve periodo, ma dopo un po', svanita l'euforia iniziale, si ritornerà ai vecchi atteggiamenti mentali...
Non a caso, infatti, i percorsi di crescita portano ad un vero e proprio mutamento interiore, quel mutamento che chi ha lavorato e lavora con me conosce molto bene, come descrivo anche nel mio libro "Il bruco e la farfalla", e che ha reso possibile la realizzazione personale su ogni aspetto di se'.
Solo attraverso il mutamento interiore può avvenire anche il mutamento della nostra realtà esteriore, perché un bruco, fintanto che rimarrà nella realtà di bruco, anche se circondato da farfalle, potrà osservarle volare, ma non potrà mai sperimentare la loro realtà...

La realtà che sperimentiamo è solo il riflesso del nostro stato interiore.
Divenirne consapevoli ci offre l'opportunità di cambiare le esperienze che stiamo vivendo, nel modo più consono a noi.


Siamo esseri molto più complessi di quello che crediamo e non siamo semplici osservatori di una realtà che ci accade senza il nostro consenso.
Tutto ciò che ci accade è il risultato di ciò che crediamo sia possibile che accada. Se ciò che si sta vivendo non ci piace, possiamo modificarlo cominciando a cambiare noi stessi, lavorando sulla nostra autostima, sui nostri meccanismi consci ed inconsci, sul perdono, sull'arte del saper lasciar andare tutto ciò che ha fatto il suo tempo, comprendendo il profondo insegnamento che bisognava trarne.
Questo libro offre al lettore molti spunti di riflessione, tecniche di visualizzazione, meditazioni, oltre che aprire una porta su un mondo in cui ciascuno puo' imparare perché ed in che modo cambiare la sua realtà.

"Il bruco e la farfalla"
(Rita Zeppa)

http://www.aughedizioni.it/

i siti di vendita on line sono Amazon http://amzn.to/2dgFkPO
IBS https://www.ibs.it/ e Libreria Universitaria

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to LinkedIn